Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Richiamo’

Alba_2

Trame di pensieri
come sciami
assoggettati
ad un unico richiamo.

Tale è la mente:
fogli freschi di stampa
tra pagine ingiallite.
Non c’è numerazione,
mentre l’opera dell’uomo
si compone, si scompone

in un vortice incessante.
E’ un romanzo a tinte fosche
questa vita,
potrei farne poesia.
Penso a qualcosa di grande,
al traguardo di un’attesa,
penso a un’impresa.
Il mio viso controvento.
Il sapore rosa-azzurro
di un’aurora ad Austerlitz.
Sento l’eco di un boato
ma è soltanto un’illusione,
il respiro di un pendio.
E’ più facile dipingere,
fare musica,
o inventare storie fantastiche,
che tradurre in versi l’aria.

Annunci

Read Full Post »

ululato-lupo-foto-nb16865

Scriverò poesie introspettive,
che stanino la tignola, la ruggine,
oppure t’offrirò versi d’amore,
alla Prévert.
Ti parlerò dei cerchi della mente,
di fari nel buio di navi in lontananza.
Di albe e tramonti,
di chiese mai aperte,
di giri di valzer
sognati con te.
Emetterò il mio flebile ululato
a rievocar lusinghe.

Al diavolo la forma!!
Non ho critici da ammaliare.
Scriverò poesie spontaneamente
perché al verso d’un buffone
la tua voglia di carezze
m’ha ispirato.

Read Full Post »

L’angelo ribelle

Basta il lieve movimento di una mano,
per placare una voglia licenziosa,
di quelle che ti offuscano la mente.
Cosicché un desiderio in solitario
si trasforma in una turpe tentazione.
Ma è soltanto un surrogato.
E vorresti trascurare quel richiamo,
ma non puoi.
Ed allora t’abbandoni,
con un lento andirivieni cadenzato,
mentre un’ombra detta il ritmo,
ora incalza …
i ventricoli in affanno …
è il segnale …
sei nel gorgo …
è il collasso …
la quiete immaginaria.
Mentre l’angelo ribelle è ancora lì,
nudo, etereo,
che ti ammicca.
Ed il senso d’impotenza ti devasta.
Ed ancora più tremende son le pene
che vorresti che la vita t’infliggesse,
per l’inganno che hai accettato incautamente,
senza alcuna costrizione.

Read Full Post »