Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Politici’

parlamento

« E’ ora di finirla Joe, di sparare a zero contro la classe politica. Di trasformisti ingordi e delinquenti ce ne sono eccome, ma non si può fare di tutte le erbe un fascio.»

” Sono pienamente d’accordo Fred! I disonesti sono solo una minoranza. La maggioranza è composta soprattutto da politici che per sagacia, rettitudine e profitto sono equiparabili a dei viados che frequentano solo le femmine. “

Annunci

Read Full Post »

ornitorinco_01

Io, non so per quale specifica ragione, sono tendenzialmente portato a pensare che non esistano, in qualsiasi contesto, le soluzioni di continuità, le separazioni nette tra diversi attributi, stati, definizioni, caratteristiche, appartenenze. Mi sforzo sempre istintivamente d’individuare l’anello di congiunzione tra due o più cose.
In questo variegato, policromo e caleidoscopico mondo, tra il bene ed il male, tra il torto e la ragione, tra il bello e il brutto, tra il bianco e il nero, ecc. ecc., intravedo ornitorinchi dappertutto.
Per chi non lo sapesse, l’ornitorinco (nella foto) è considerato l’esempio scientifico per eccellenza di anello di congiunzione tra diverse specie. Nel caso specifico, tra rettili e mammiferi. E’ un animale semi-acquatico, endemico della parte orientale dell’Australia. Ha il pelo, una temperatura costante e produce latte, anche se non possiede  delle vere mammelle, inoltre i denti, visibili solo nei neonati e in qualche fossile, sono diversi fra loro. Tutti questi tratti sono tipici dei mammiferi eppure condivide con i rettili altre caratteristiche. Ha le zampe a femore orizzontale (cammina come una lucertola), ha la visione a colori (chissà come l’avranno appurato, boh!), ha l’apparato escretore e riproduttivo unico. Anche la mascella, dritta e senza curvatura iniziale, non è da mammifero, o, almeno, non da mammifero “moderno”. La cosa più clamorosa, però, è che la femmina depone le uova. Uova che hanno un grosso tuorlo e un guscio gommoso, diverso da quello dei rettili. Per la verità, a guardarlo bene, ha anche il becco d’anatra (giusto per rendere il caso ancora più intricato).
Tornando a me, non so se sia normale oppure no, ma la mia ricerca si attiva anche al contrario. Mi spiego meglio. Di fronte a qualcosa di strano e indecifrabile, tendo a immaginare quali elementi definiti, combinati tra loro, l’abbiano potuto generare. Faccio un esempio. Si tratta di un politico, o almeno tale viene classificato (un vero e proprio rompicapo per me): Sandro Bondi.
Nato a Fivizzano, provincia di Massa e Carrara, il 14 maggio 1959. E’ ufficialmente senatore e coordinatore nazionale del Popolo della Libertà. E’ stato militante della Federazione Giovanile Comunista Italiana e sindaco di Fivizzano per il Partito Comunista Italiano (incredibile!!), col soprannome di ravanello: rosso fuori e bianco dentro (e già questa la dice lunga). Questo tizio, se per un verso può essere considerato, con spirito caritatevole, un essere umano, per il resto, secondo voi, a cosa potrebbe associarsi?

Read Full Post »

L’Italia è un paese pronto a piegarsi ai peggiori governi. È un paese dove tutto funziona male, come si sa. È un paese dove regna il disordine, il cinismo, l’incompetenza, la confusione. E tuttavia, per le strade, si sente circolare l’intelligenza, come un vivido sangue. È un’intelligenza che, evidentemente, non serve a nulla. Essa non è spesa a beneficio di alcuna istituzione che possa migliorare di un poco la condizione umana. Tuttavia scalda il cuore e lo consola, se pure si tratta d’un ingannevole, e forse insensato, conforto.

 Natalia Ginzburg, “Le piccole virtù”.

Read Full Post »