Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Mare’

balena

Tu mi chiami sassolino inanimato.
Presto o tardi lo sarò,
tornerò in fondo al mare.
Nel frattempo metto in ordine
il cassetto:
mille e mille fotogrammi,
gesta, simboli, feticci,
un richiamo primordiale.

Dove avrei voluto essere?
Sulla nave di Greenpeace,
a salvare i Capodogli.
Nell’oceano è il mio eco,
negli abissi pensierosi,
le sinapsi coralline.
Mi rapiscono i fondali…
quelle ipnotiche movenze.

Tu mi chiami sassolino inanimato.
Tra non molto lo sarò.
Nel frattempo
ti racconto dei miei viaggi,
tra galassie siderali
e plumbei gorghi.
Sogni, risa e alienazioni
di una mente vagabonda.

Annunci

Read Full Post »

Poi non è che la vita vada come tu te la immagini. Fa la sua strada e tu la tua e non sono la stessa strada. Così …
Io non è che volevo essere felice, questo no; volevo salvarmi, ecco: salvarmi. Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri.
Uno si aspetta che siano altre cose a salvare la gente: il dovere, l’onestà, essere buoni, essere giusti. No. Sono i desideri che salvano; sono l’unica cosa vera. Tu stai con loro, e ti salverai; però troppo tardi l’ho capito.
Se le dai tempo, alla vita, lei si rigira in un modo strano, inesorabile: e tu ti accorgi che a quel punto non puoi desiderare qualcosa senza farti del male.
E’ lì che salta tutto, non c’è verso di scappare, più ti agiti più si ingarbuglia la rete, più ti ribelli più ti ferisci. Non se ne esce.
Quando era troppo tardi, io ho iniziato a desiderare, con tutta la forza che avevo.
Mi sono fatto tanto di quel male che tu non te lo puoi nemmeno immaginare.

da Oceano Mare (di Alessandro Baricco)

Read Full Post »

“..Ed è qualcosa da cui non puoi scappare. Il mare.
Il mare incanta, il mare uccide, commuove, spaventa, fa anche ridere, alle volte, sparisce, ogni tanto, si traveste da lago, oppure costruisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, non dà risposte, è saggio, è dolce, è potente, è imprevedibile.
Ma soprattutto: il mare chiama.
Non fa altro, in fondo, che questo: chiama
Non smette mai, ti entra dentro, ce l’hai addosso, è te che vuole.
Puoi anche far finta di niente, ma non serve.
Continuerà a chiamarti.
Questo mare che vedi e tutti gli altri che non vedrai, ma che ci saranno, sempre, in agguato, pazienti, un passo oltre la tua vita.
Instancabilmente, li sentirai chiamare.
Senza spiegare nulla, senza dirti dove, ci sarà sempre un mare, che ti chiamerà.”

Alessandro Baricco, “Oceano Mare”

Read Full Post »