Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Illusioni’

ombra

“Sai Joe! Spesso ho la sensazione di vivere due vite parallele, da sempre: una proiettata alle questioni pratiche, ai contatti reali, e una che vaga nell’iperspazio.”

«Descritto in questo modo, Fred! sembra il profilo di un qualunque dannato abitante della terra che vive il presente distrattamente, con la testa altrove. L’universo e pieno di sognatori che aspirano ad uno stato diverso …»

“No! Joe, la questione non è così semplice, lo percepisco nei momenti di malinconia. Io non provo una comune nostalgia di luoghi, di persone e di avvenimenti reali, a me si sovrappone, contemporaneamente, un sentimento struggente. E’ un desiderio di luoghi, di persone e di avvenimenti, paradossalmente, solo immaginati. Sono proiezioni illusorie che riaffiorano alla memoria ciclicamente, nitide e circostanziate. Io, ad esempio, sarei in grado di descriverti, di un preciso momento, sia gli elementi reali, dov’ero, con chi ero, cosa ho fatto, che certe visioni, dove in quell’istante avrei voluto essere, con chi avrei voluto essere e cosa avrei voluto fare, e con maggior coinvolgimento emotivo. E’ strana questa cosa, è come vivere una doppia dimensione.”

«Spiegati meglio, Fred!»

“Non è un fenomeno semplice da descrivere, me ne rendo conto. Rientrerebbe nella normalità se in me si configurassero, al tempo stesso, immagini di vita reale e prospettive seducenti senza che quest’ultime s’imprimano nella mente in modo indelebile, senza che lascino traccia, che si stratifichino.”

«Sei fuori strada! Le persone si caratterizzano univocamente anche in funzione dei propri sogni, delle proprie aspirazioni, delle proprie perenni illusioni. Si diventa tutt’uno. E che si resti un’itera vita fedele anche ad una sola immutabile aspirazione, è un fatto normale.»

“Quindi la mia situazione potrebbe essere, banalmente, causata da una cieca dedizione verso un unico, impareggiabile ideale e, conseguentemente, da una viziosa propensione all’evasione … giusto?”

«Più o meno …»

“Mah! Non sono troppo convinto … Comunque dimmi un’ultima cosa, Joe, se tutto questo non è strano, che cos’è?”

«Umano …. e letale»

“Grazie!“

«Prego!»

Annunci

Read Full Post »

aquilone

Qui una volta era tutta campagna.
Dappertutto era tutta campagna,
ma non disdegno i luoghi comuni;
un tramonto è pur sempre un tramonto
e una rosa è pur sempre un prodigio.
Però il tempo è tiranno
e quando s’invecchia passa più in fretta,
e potrebbe non bastare una canzone,
o una nuova primavera
o qualunque stereotipo del mondo.
Primo o poi si arriva a un bivio
e i castelli non sono aquiloni.
Io vorrei trovare pace,
questo cuore mi sembra un albergo
– tale e quale ad una casa.

Read Full Post »

pensare

Pensando a momenti straordinari che ho immaginato di vivere, a “contropartite considerevoli”, mi chiedo a volte, lucidamente: come ho potuto credere di riuscire a realizzare quel sogno? Come ho potuto sottovalutare tutte le difficoltà e gli insormontabili ostacoli che si frapponevano (e si frappongono tuttora) tra me e quel mirabile traguardo? Quanto e come incide nella definizione di un riscatto, la passione, il desiderio sessuale? Cosa ha a che fare tutto questo con una sana speranza, con la legittima ambizione? E l’egoismo? E’ sempre dietro l’angolo? E’ sempre da combattere?
E’ questo il mio tormento, la mia cronica follia: un continuo andirivieni tra miraggi e tristi risvegli. Ed il tempo, ahimè, non m’ha guarito. Io volo ancora, per brevi esplorazioni: ho il sonno più leggero e consapevole. Capita a volte, addirittura, che l’immaginazione preceda di un nulla il raziocinio, quasi a sfiorarlo.
Il giorno in cui la ragione presiederà la mente, e chiuderà le porte alle utopie, o a semplici illusioni, allora forse si, sarò maturo, serenamente equilibrato, oppure tragicamente rassegnato?

Read Full Post »