Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Donna’

women-May

Deve essere a scelta.
Cambiare, purché niente cambi.
È facile, impossibile, difficile, ne vale la pena.
Ha gli occhi, se occorre, ora azzurri, ora grigi, neri, allegri,
senza motivo pieni di lacrime.
Dorme con lui come la prima venuta, l’unica al mondo.
Gli darà quattro figli, nessuno, uno.
Ingenua, ma ottima consigliera.
Debole, ma sosterrà.
Non ha la testa sulle spalle, però l’avrà.
Legge Jaspers e le riviste femminili.
Non sa a che serve questa vite, e costruirà un ponte.
Giovane, come al solito giovane, sempre ancora giovane.
Tiene nelle mani un passero con l’ala spezzata,
soldi suoi per un viaggio lungo e lontano,
una mezzaluna, un impacco e un bicchierino di vodka.
Dove è che corre, non sarà stanca?
Ma no, solo un poco, molto, non importa.
O lo ama, o si è intestardita.
Nel bene, nel male, e per l’amor del cielo.

(Wislawa Szymborska)

 

Annunci

Read Full Post »

foto-alba-parietti

Il suo viso mi colpisce. E’ incredibilmente curato. In realtà si dice “è una donna curata”. Come se l’aggettivo “curata” racchiudesse in sé chissà quale significato. A scuola le ragazze così le chiamiamo figlie di dottori, anche se il padre non è un medico. Non so come facciano, ma sembra che siano sempre più pulite delle altre. Non c’è una parte del loro corpo che non sia levigata e profumata. Studiano ogni minimo dettaglio.
Le donne curate hanno capelli, unghie, labbra, piedi, viso, pelle e mani trattati in modi particolari: tinti, allungati, truccati, esfoliati, tirati, depilati, unti di crema. Ma ciò di cui non si rendono conto è che più si preoccupano di tutti quei particolari, più si trasformano in manichini semoventi. Se ne stanno lì sedute, senza muovere un muscolo, rigide e contratte, perché la loro unica preoccupazione è di non rovinare il lavoro fatto. Nessuno osa spettinare o tanto meno scopare queste donne. Tutto ciò che è considerato sexy, come i capelli spettinati, le spalline che cadono o le gocce di sudore sul viso, dà sì un’idea di disordine, ma è anche invitante.
Charlotte Roche, “Zone umide”

Read Full Post »

donna-con-cane

Sono una donna felice, come lo dovrebbe essere qualunque donna al riverbero di questa età luminosa.
Ho debolezze eleganti, e cicatrici charmantes.
Non ho più illusioni sulla nobiltà delle persone, e per questo so apprezzare la loro inestimabile arte di convivere con le proprie imperfezioni.
Sono clemente, alla fine, con me stessa e con gli altri.
Così sono pronta ad invecchiare, ripromettendomi di farlo negli eccessi e nelle sciocchezze.
Se l’età adulta ti ha dato quello che volevi, la vecchiaia dev’essere una sorta di seconda infanzia in cui torni a giocare, e non c’è più nessuno che ti può dire di smettere.
Alessandro Baricco, “Questa storia”

 

Read Full Post »

Lessing

Read Full Post »

elena_gianini_belotti

Per chi non la conoscesse, dal momento che ho fatto riferimento a lei nel post precedente e la considero una delle menti che maggiormente hanno contribuito al processo di liberazione della donna, vi riporto un’interessante scheda di zia Elena

Read Full Post »

La-nonna-ribelle

« Le donne cambiano soltanto al di fuori, giunge un momento in cui la donna che abbiamo visto giocare con la bambola, poi diventar bambola di se stessa, si sveglia chiusa in una pelle rugosa e secca come le sorelle di Fetonte nella scorza dei pioppi, ma di dentro è sempre giovane, l’animo e il cuore non le sono invecchiati; bisogna che ella li mascheri per metterli in armonia con la sua apparenza esterna, come un uomo mascherato da pulcinella si mette uno speciale fischietto in bocca per far la voce del personaggio che rappresenta. »
Jean Baptiste Alphonse Karr

Read Full Post »

Duse

” Il fatto è che mentre tutti diffidano delle donne, io me la intendo benissimo con loro! Io non guardo se hanno mentito, se hanno tradito, se hanno peccato o se nacquero perverse, perché io sento che hanno pianto. Hanno sofferto per sentire o per tradire o per amare. Io mi metto con loro e per loro e le frugo. Frugo non per mania di sofferenza, ma perché il mio compianto femminile è più grande e più dettagliato, è più dolce e più completo che non il compianto che mi accordano gli uomini.”

Eleonora Duse

Read Full Post »

Older Posts »