Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Desideri’

sogno

Esiste un limite nella nostra mente che separa i sogni realizzabili, per i quali vale la pena di sperare e combattere, da quelli irrealizzabili. Una saggia maturazione sta nel saper individuare questa sottilissima linea di confine. Impegnarsi instancabilmente per realizzare ogni concreta aspirazione, e relegare sapientemente le pure chimere nel mondo dell’immaginario.
Vi sono individui dotati di grandi capacità che si mostrano scarsamente motivati di fronte a traguardi ragguardevoli, alla loro assoluta portata, e s’impegnano fino allo spasimo nell’inseguire mete irraggiungibili. Alcuni di essi, guidati talvolta da una voce amica, da corretti stimoli, trovano la forza sovraumana di ravvedersi, di dar nuovo ordinamento ai propri desideri, di accontentarsi. Altri, sordi ed imprudenti, proseguono verso una resa quasi inevitabile. Nessuno di noi graverà sulla coscienza di alcuno (e secondo Graham Greene, neanche sulle nostre).

“La disperazione è il prezzo che si paga per essersi proposti una meta che non si può umanamente raggiungere. È, si dice, il peccato irremissibile; ma è un peccato che il corrotto e il malvagio non perpetra mai. Costui spera sempre, non raggiunge mai il gelo della consapevolezza di essere totalmente fallito. Solo l’uomo di buona volontà si porta sempre in cuore questa capacità di dannazione.” (Graham Greene)

Read Full Post »

I desideri dei bambini sono davvero sorprendenti. Spesso ci lasciano stupefatti. Se la gente li soffermasse ad esaminarli con maggior impegno, otterrebbe risposte più esaustive sulle concrete potenzialità dei propri figli, alunni, assistiti … sulle loro vocazioni. Ma quante persone dedicano attenzione a quest’aspetto, specialmente di fronte a certe richieste a dir poco singolari, dove più che un semplice ascolto, è richiesta un’arguta interpretazione? Ovviamente, parlo di situazioni normali, nelle quali, cioè, non affiora alcun sintomo psicopatologico.
Io, ripensando alla mia adolescenza, ai miei desideri più assillanti, suppongo di essermi mosso su una borderline. Indipendentemente da questo, nel corso degli anni, non sono mai riuscito a trovare una risposta plausibile sul significato e l’origine di certi miei sogni. Con questo non voglio trascinarvi in alcun processo analitico, semmai sapere se qualcuno di voi ha mai sognato di possedere un animale esotico (non in senso sessuale), di prendersene cura ed instaurare con lui un forte legame affettivo. Io non ho ma desiderato armi, trenini elettrici, giochi elettronici (semmai fossero esistiti), tantomeno Big Jim, Barbie, trucchi, cucine in miniature, finte parure, io sognavo giorno e notte un animale tutto per me, ma non un banalissimo cane, gatto, criceto … Giusto per introdurre un ulteriore elemento di confusione, vi dirò che fino a 6 anni m’ero fissato per un canguro, dai 6 ai 10 per un ghepardo e dai 10 in poi, fino a qualche anno fa, per una volpe ridimensionando coscientemente le mie pretese … Aho!! Ne avessi beccata una, ma neanche in senso metaforico.

Read Full Post »

Poi non è che la vita vada come tu te la immagini. Fa la sua strada e tu la tua e non sono la stessa strada. Così …
Io non è che volevo essere felice, questo no; volevo salvarmi, ecco: salvarmi. Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri.
Uno si aspetta che siano altre cose a salvare la gente: il dovere, l’onestà, essere buoni, essere giusti. No. Sono i desideri che salvano; sono l’unica cosa vera. Tu stai con loro, e ti salverai; però troppo tardi l’ho capito.
Se le dai tempo, alla vita, lei si rigira in un modo strano, inesorabile: e tu ti accorgi che a quel punto non puoi desiderare qualcosa senza farti del male.
E’ lì che salta tutto, non c’è verso di scappare, più ti agiti più si ingarbuglia la rete, più ti ribelli più ti ferisci. Non se ne esce.
Quando era troppo tardi, io ho iniziato a desiderare, con tutta la forza che avevo.
Mi sono fatto tanto di quel male che tu non te lo puoi nemmeno immaginare.

da Oceano Mare (di Alessandro Baricco)

Read Full Post »