Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Cuore’

Ahimé!

Libri d'amore

Di cosa parlano
i libri d’amore?
Vizi, abbagli e stramberie.
Milioni di pagine
e nemmeno un precetto.
E’ il trionfo dell’istinto:
l’anarchia.
Per le pratiche del cuore
ci vorrebbe qualche legge,
altro che libero arbitrio.
Ci sarebbe più giustizia
se ci fosse un tribunale,
e persino più profitto.
Non ha senso!
Non esiste un giudicante
tra i mortali.
E chi oltraggia i sentimenti
non patisce alcuna pena,
a dispetto d’un principio
universale.
In certe faccende
non vigono norme
solo una prassi:
mai un carnefice
implorerà il perdono,
mai una vittima
cancellerà il sopruso
– in attesa che s’invertano
le parti.
Così va il mondo,
per chi non crede.

Read Full Post »

onde01

Sale l’onda infondo all’anima

con un vortice impietoso

di quelli che inabissano i ricordi.

Rimpianti e beatitudini.

Il cuore è in una morsa.

Monta l’oblio.

Il buio s’impossessa della mente.

Non so se i sentimenti siano rocce,

né quanto sopravviva una speranza.

Avrei voluto un’onda protettrice

di quelle che inabissano i tormenti.

Read Full Post »

hardwired_image

Incredibile come il dolore dell’anima non venga capito. Se ti becchi una pallottola o una scheggia si mettono subito a strillare presto-barellieri-il-plasma, se ti rompi una gamba te la ingessano, se hai la gola infiammata ti danno le medicine. Se hai il cuore pezzi e sei così disperato che non ti riesce di aprir bocca, invece, non se ne accorgono neanche. Eppure il dolore dell’anima è una malattia molto più grave della gamba rotta e della gola infiammata, le sue ferite sono assai più profonde e pericolose di quelle procurate da una pallottola o da una scheggia. Sono ferite che non guariscono, quelle, ferite che ad ogni pretesto ricominciano a sanguinare.

Oriana Fallaci

Read Full Post »

Nulla è per caso,
tutto è già scritto.
Ho bisogno di un indizio.
Cado nell’impazienza,
sfrenata frenesia del cercare.
Sospingo i sensi,
scruto le menti,
rovisto il cuore.
Eppure deve esserci una luce.
Non mi resta troppo tempo,
e nemmeno
tanta forza nelle braccia.
Geni, maghi, fattucchiere,
vi offro in cambio la mia anima.
A me basta ciò che resta:
mille fremiti e sussurri
da serbare,
di natura sovrumana,
d’energia inesplosa.

Read Full Post »