Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Coscienza’

sogno

Esiste un limite nella nostra mente che separa i sogni realizzabili, per i quali vale la pena di sperare e combattere, da quelli irrealizzabili. Una saggia maturazione sta nel saper individuare questa sottilissima linea di confine. Impegnarsi instancabilmente per realizzare ogni concreta aspirazione, e relegare sapientemente le pure chimere nel mondo dell’immaginario.
Vi sono individui dotati di grandi capacità che si mostrano scarsamente motivati di fronte a traguardi ragguardevoli, alla loro assoluta portata, e s’impegnano fino allo spasimo nell’inseguire mete irraggiungibili. Alcuni di essi, guidati talvolta da una voce amica, da corretti stimoli, trovano la forza sovraumana di ravvedersi, di dar nuovo ordinamento ai propri desideri, di accontentarsi. Altri, sordi ed imprudenti, proseguono verso una resa quasi inevitabile. Nessuno di noi graverà sulla coscienza di alcuno (e secondo Graham Greene, neanche sulle nostre).

“La disperazione è il prezzo che si paga per essersi proposti una meta che non si può umanamente raggiungere. È, si dice, il peccato irremissibile; ma è un peccato che il corrotto e il malvagio non perpetra mai. Costui spera sempre, non raggiunge mai il gelo della consapevolezza di essere totalmente fallito. Solo l’uomo di buona volontà si porta sempre in cuore questa capacità di dannazione.” (Graham Greene)

Read Full Post »

leggere

« Esistono degli spiriti in cui una sorta di pigrizia impedisce di scendere spontaneamente nelle regioni profonde di se stessi, dove comincia la vera vita dello spirito. Nella semplice solitudine la coscienza pigra non può trovare nulla e nemmeno la più sofisticata conversazione può esserle utile. Ciò che le è necessario è un intervento capace di suscitare un movimento profondo, e la possibilità di accogliere, nella solitudine, lo stimolo di un altro spirito. Questo processo è proprio della lettura. Quando la lettura è per noi l’iniziatrice, le cui magiche chiavi ci aprono al fondo di noi stessi quelle porte che noi non avremmo mai saputo aprire, allora la sua funzione nella nostra vita è salutare ».
Marcel Proust, “Del piacere di leggere”

Read Full Post »

Coscienza

Non contate su quest’uomo,
è alla deriva.
Non può esservi d’aiuto.
Non trarrebbe in salvo un cane
dalle asprezze dell’oblio.
E’ confuso, inaridito,
stanco, apatico,
stizzoso.
Non ha più immaginazione.
Oggi c’è,
… domani forse.
M’ha rivolto una domanda,
mulinando la sua scure di cartone:
“E’ davvero più opprimente
della morte l’abbandono?”
Inquietante un tale dubbio,
come un lugubre presagio.
Oltre il caos: rassegnazione.
Quest’immobile mutante
è davvero un rompicapo.
Mi trascina in calle oscure.
Spero ponga fine al tutto:
pianti,
moti,
mire,
pene
e una lirica smodata

Read Full Post »