Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Commenti’

31

Scambio reale di commenti tra due blogger, in risposta all’articolo di lei (anche questo è WordPress).

“Giungano a Voi, Madonna, i miei rallegramenti per tale pregevole presa per lo deretano et jattura.”

«Cavaliere! Invero, l’ho sperato … il vedere la vostra penna rimarcare queste mie righe.
Ohhh, vi è forse troppa audacia nelle mie parole! Perdonate, cavaliere … dimenticatele!»

“Non v’è in me intenzione alcuna di rimuover dall’informe massa che imputridisce nel mio cranio la vostra benché minima espressione. Oltremisura alberga nel mio cuore incanto et gratitudine per la vostra seducente favella et aulica prosa et dono di immeritato titolo di cavaliere (presumo non di tavola rotonda ma di calda). Non mancherà di certo al sottoscritto l’occasione per ripagar cotanta munificenza, offrendo a voi Madonna (e che Madonna!!) umana fratellanza, quando presto, di codesto passo, il vostro corpo verrà cinto da robuste stringe et adagiato su apposita lettiga et condotto in sterile stanza da coppia di forzuti cherubini.”

 «Ohhhh, voi mi fate arrossire, cavaliere … eppur l’imago di codesti cherubini arriva testé a solleticare la mia audace fantasia … Cotanto ardor cavalleresco tramutossi immantinente in calda brezza che solleva birichina le cortine del mio baldacchino. S’io non fossi pudica giovine et inesperta all’arte dell’amore, che di certo vossignoria possiede in molta misura … s’io non fossi … lascerei con noncuranza … ecco! … scivolare un bigliettino al momento propizio del vostro passaggio … un bigliettino con su scritta la contrada in cui vivo … situata nella via che fu delle cortigiane del re … s’io non fossi … al numero novantatre …
Cavaliere, è la pudicizia a trattenermi! Ch’io possa proteggere la mia casta virtù ancora per mill’anni!
Mi ritiro all’or dell’imbrunire.»

“Ah! Madonna!! Le cortine del vostro baldacchino rievocano in me antiche tenzoni. Voi mi intrigate oltremisura. Vi aggirate per lo libero ciel con aria distratta, come noto uccello dedito a furti, dalla candida livrea et dorso corvino, razziando codesto cuor, di spicchio in spicchio. Ditemi, oh mia Madonna!! Ma chi gazza siete?
Giuro solennemente, al cospetto di Santo Domingo, che mai nessuna segreta, alla quale apparite ineluttabilmente destinata, costringerà le vostre membra a regime di clausura. Sottrarrò la vostra casta virtù all’incuria e all’astinenza … et strati di fuliggine.
Non per pura voluttà, reclamo con ardor la vostra fuga (e sottolineo, fuga) ma per amor che albeggia.”

«I vostri versi e la vostra prosa audace son preludio e promesse d’ardente e sfolgorante passione. M’immergo immantinente in grande vasca d’acqua gelida, al fin di stemperare il gran calore che sento risalir dal centro perfetto del mio essere, e in barba ai tempi cupi che viviamo, io desidero, si! Io desidero vivere codesta passione, e lotterò contro ogni avversità pur di indulgere pienamente e consapevolmente in questa passione che è la vita stessa! La vita, mio signore, è ciò che mi concedete! Siete il protagonista più presente nel mio personale diario, in cui raccolgo solo i pensieri più maravigliosi!»

“Ooooohhhhh! Santa Bernarda!! Quale sommo privilegio m’accordate. Concedetemi un attimo, vi prego, affinché io possa riprendermi da tale mirabile deflagrazione d’iridescenti note. Presto vi farò dono di una mia ode, da voi ispiratami.
Sento dentro di me umori endogeni agognare dune, et gole, et vergini (???) foreste, et anse (animate), et letti … d’incontaminate acque, … ove paghi defluire.
Mi assento un attimo ….
Vengo subito!!”

Read Full Post »

spiare_computer

Cari amici e, soprattutto, care amiche, oggi vi metto al corrente, qualora ne siate allo scuro, di un’opportunità che offre WordPress, ad ogni utente, di venire a conoscenza di una certa informazione, un dato  che potrebbe risultare interessante.
Faccio una premessa; io questa cosa l’ho scoperta per caso e non per morbosa curiosità, A me non salterebbe mai, mai, mai, mai, in mente d’indagare sulla vostra vita privata, di tentare scoprire, ad esempio, le vostre reali generalità; che mi venga un …. un .… un non so che … un raffreddore se sto dicendo una falsità, e non solo, non vi porrei nessuna intima domanda, nemmeno se mi supplicaste, ma neanche di carattere generale, come quelle che potrebbe rivolgervi il vostro salumiere, tipo se usate i mezzi pubblici o se avete un ciclo regolare (per chi ancora ce l’ha). Ma veniamo al dunque.
Ipotizziamo che voi riceviate un commento ad un vostro articolo da una persona sconosciuta, ad esempio, da “loscaldaletto”. Anche la più tonta di voi (e qui ce ne più di una) comprende che non si tratta di un rappresentante della Imetec , allora può essere assalita da strani pensieri, tipo:  “Ma co’ tutti i cazzi che c’ho per la testa, oltre ai quei due imbecilli che mi tampinano pe’ strada, ci voleva pure questo?” – “E mò chi è? E se fosse uno stalker, un runner, un hacker?” (che fa molto trendy) – “Sapessi almeno da dove scrive”. Bene!! Questo non è un più problema; vi spiego perché.
Ad ogni commento che ricevete su WP (non il semplice “mi piace”) corrisponde una notifica via email (se non avete disabilitato la funzione). Dalla mail potete tranquillamente ricavare, grazie alle informazioni che offre WordPress, non solo l’indirizzo email del mittente ma anche il suo IP pubblico. L’IP pubblico è un numero univoco che viene assegnato ad ogni PC (più che altro al modem/router) dal vari provider (i gestori telefonici TIN, Infostrada, Tiscali …) per consentire ad ogni singolo utente di scambiare dati in rete attraverso la propria identificazione. Questa serie di numeri appare alla seconda riga della mail sotto questa forma: “Author : loscaldaletto : 83.84.252.188 (gli IP potrebbero essere due ma voi prendete in considerazione solo il primo). A questo punto aprite questa pagina web (si tratta di uno dei tanti  IP search  presenti in internet), inserite nell’apposito spazio l’IP address (del soggetto che vi interessa localizzare) e il gioco è fatto. La località, per un fatto di privacy, non indica con esattezza l’abitazione del mittente, ma il punto dal quale il suo provider ha effettuato l’accesso in rete. Il pc vero e proprio potrebbe trovarsi in un raggio di 10/20 km dal punto indicato dalla pagina web. Il mio IP pubblico, ad esempio, viene localizzato a Salerno mentre io sono ad Avellino. Se io dovessi localizzare un IP di uno sconosciuto, anch’esso a Salerno, devo prendere in considerazione l’ipotesi che possa trattarsi del mio vicino di casa (inquietante ‘sto fatto).
A questo punto qualcuna di voi potrebbe obiettare “Imbecille che non sei altro!! In questo modo hai dato una bella dritta a qualsiasi utente di wp malintenzionato che si trova a leggere questo post, al quale io stessa lascio un commento ”. Beh! Sappiate che qualunque maschietto che ha intenzione di raccogliere informazioni su di voi, queste cose le conosce benissimo, da sempre, perché se è vero che “la curiosità e femmina”, l’intrigo e maschio ….. (boh! …. c’ho detto?)

Read Full Post »

Ho scoperto l’acqua calda?

Prendendo spunto da un commento che ho inviato ad uno dei tanti inquilini di WordPress (un bolgger del quale ignoravo la presenza fino a qualche ora fa), mi sono chiesto più volte quali sensazioni può suscitare ricevere un commento da uno sconosciuto.
Un commento è un tantino diverso da un’inserzione su un forum, il commento è rivolto all’autore in modo diretto.
Certo uno degli scopi principali delle piattaforme di blogging come WordPress è proprio quello di incentivare le interazioni interpersonali semplici, per cui, in un certo senso, si è già predisposti a ricevere contatti mirati (un po’ ce li andiamo a cercare); ciò nonostante qualche piccolo interrogativo in alcuni potrebbe sorgere.
Oltre a sentirci quasi tutti lusingati per l’attenzione rivoltaci (oppure un tantino infastiditi sia per interventi fuori tema che per critiche scomposte), è probabile che tutti si chiedano, con un pizzico di legittima circospezione:
E questo chi è? Che gli rispondo? Mi comporto naturalmente come se mi trovassi di fronte un compagno solidale (in fondo esponiamo tutti alla stessa fiera), senza indagare oltre, lasciando per contro inappagata una mia sana curiosità? : E se fosse uno psicopatico represso sessuale ben travestito da cortese benpensante? (vale anche al femminile, ovviamente…con minore probabilità)
Naturalmente soddisfa dare libero sfogo all’immaginazione; è uno stimolo benefico, ma al tempo stesso ci chiediamo: siamo sempre in grado di interpretare le reali intenzioni di chi si rivela col solo mezzo della scrittura?
Che fare allora? Niente altro che confidare nel nostro intuito e nei sani propositi del nostro interlocutore, con la gentilezza e la disponibilità (vediamo sto cretino che vuole..) che contraddistingue, o dovrebbe contraddistinguere, chi ha deciso di sottoporsi al pubblico giudizio.
Attendo commenti (anonimi, preferibilmente).

Read Full Post »