Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Blogger’

Spett.le squilibrato mentale di Ecomostro, ti comunico che wordpress, nel pomeriggio, mi ha inviato le richieste di approvazione di questi due tuoi commenti, oserei definirle due perle:

  • Questa Notte Credo che Lancerò il Malocchio su di te e la tua stirpe di merda, luporenna, per vendicarmi delle tue maldicenze, e Fidati che il Mio malocchio Funziona BRUTTA MERDA, Auguri Quindi 😀 AHAHA. CREPA
  • TU E QUELLE TROIE DELLE TUE FIGLIE OVVIAMENTE 😀
    “manco con l’extasy gnagnagna” AHAHA. FUNZIONA FIDATI. FUNZIONA 😀

in calce alle due notifiche compare anche la seguente informazione:
More information about Ecomostro
IP: 37.77.114.216, 37.77.114.216
E-mail: erere@gr.clm
Dall’IP address risulterebbero inviate da TRIGGIANO in Puglia – più o meno.
Del contenuto integrale delle due email, informazioni comprese, ho avvisato immediatamente la polizia postale, ciò nonostante, ove mai dovessi rinsavire, e decidessi, in modo civile, – compatibilmente al tuo grado di salute mentale – di indicarmi quali sono le “maldicenze” che tanto ti hanno toccato, mi rendo sin da ora disponibile ad offrirti qualunque spiegazione.
Concludo rivolgendo due domande a tutti voi, amici di WordPress, o a chiunque si trovi a leggere questo post:
Vi è mai capitato un incontro del genere?
Secondo le vostre conoscenze, di quale tipo di psicopatologia potrebbe essere affetto un tale soggetto?

Annunci

Read Full Post »

AB_2

Non so se siete d’accordo, ma se io incontrassi di persona qualcuno di voi, uno qualunque, singolarmente, la prima cosa che farei è raccontargli tutta la mia vita, senza alcuna reticenza e falsità, dall’inizio fino ad oggi, e per concludere, gli spiegherei anche quale recente avvenimento, oltre a quelli, ahimè, già noti, ha provocato in me dei cambiamenti, ha modificato certe mie consuetudini, come quella di pubblicare con una certa assiduità.
In questo momento ho la tentazione di farlo collettivamente, attraverso questo blog, perché no! Metterei in pratica anche l’invito rivoltovi nel post precedente, quello di chiarire pubblicamente qualsiasi nostro comportamento che possa apparire difficilmente decifrabile, magari tralasciando, per ovvie ragioni di privacy, data la pubblica accessibilità di questo spazio, riferimenti a oggetti, luoghi o persone facilmente identificabili.
Bene! Iniziamo con il mio nome, Renna Tommaso – e questo è un dato noto. Passiamo ad un dato sostanziale, per una vantaggiosa e soprattutto irripetibile opportunità concessami dalla benemerita ditta AnsaldoBreda, ed altre fortunate coincidenze, dal primo Luglio del 2013 – oltre un anno fa – sono in PENSIONE!! Proprio così! Un traguardo raggiunto ben prima dei 60 anni – molto prima, poco prima, abbastanza prima, sensibilmente prima, non è questo quello che conta, l’importante e che non si sappia quanto manca. Nel frattempo, però, dato che la mia condizione fisica, contrariamente a quella mentale, mi ha sempre supportato, e continua a supportarmi splendidamente, ho continuato a lavorare. Nonostante questo impegno, o meglio, grazie ad esso, ho continuato a prendermi cura di questo blog con una certa assiduità. Dal giorno 7 di questo mese di ottobre, però, per ragioni condivise ed opportune, staziono temporaneamente a casa, giorno e notte, costretto ad accudire il miei possedimenti e gli animali stanziali che vi risiedono: due gatti, due cani e due figlie. Se sono soddisfatto, sereno, speranzoso, eccitato, ispirato, avvilito, impedito o in procinto di, ve lo spiegherò un po’ alla volta. Non voglio fare leva esageratamente sul vostro spirito d’assistenza.
Alla prossima – chissà quando.

Read Full Post »

Presenza-assenza

Ditemi un po’, compagni, avete mai preso in considerazione l’eventualità, tra la gente che vi legge con una certa frequenza, dopo un vostro periodo di assenza prolungata, non preannunciata, insolita, che qualcuno possa porsi il quesito di che fine abbiate fatto? In un caso simile cosa fareste?
Io l’ho immaginata questa possibilità, relativamente alla mia persona, e questa cosa mi ha fatto riflettere. Io credo che in certe circostanze, più che in altre, certe reticenze siano inopportune. Sarebbe preferibile, ad esempio, in casi simili, per rispetto di chiunque abbia condiviso con noi gioie e dolori, per instaurare un clima confidenziale, per consolidare una certa intimità, di farlo partecipe anche di eventi della nostra vita quotidiana apparentemente poco meritevoli di una pubblica divulgazione, di cambiamenti sostanziali o non sostanziali, previsti o non previsti, limitanti o non limitanti. Sarebbe preferibile che non ci si ripresenti di punto in bianco, dopo un lungo periodo di silenzio, con un semplice saluto, come se ci fosse lasciati da poche ore, facendo leva sul fatto che tra noi regna la più assoluta libertà d’azione e di pensiero, senza il benché minimo condizionamento, ma che si offra spontaneamente una giustificazione, preferibilmente esaustiva e sincera, e per fare questo, delle volte, occorre far ricorso a delle premesse che rivelino dei nostri dettagli personali normalmente tenuti nascosti, tipo l’età, la professione o lo stato civile.
Buona giornata!

Read Full Post »

Clown_triste_1

Non so fino a che punto sia vero, ma ho l’impressione che in qualunque scritto, in qualunque discorso, persino nelle poesie, in tutte quelle parole in libertà mescolate tra di loro col nobile intento di suscitare emozioni, la prima cosa che un lettore, o ascoltatore, tenta istintivamente di cogliere, sia un segnale di speranza, un insegnamento o una battuta di spirito. E’ la presenza di queste positività, che per molta gente da un senso compiuto a certi pensieri, che l’impreziosisce. Per tale ragione, una qualsiasi esposizione dalla quale non traspaia almeno uno di questi elementi, non può suscitare, secondo me, particolare interesse né tantomeno, essere pienamente condivisa. Mi riferisco, ad esempio, a certi sfoghi, a certe amare considerazioni esistenziali, spesso dettate da un momento di smarrimento, oppure a certi consuntivi fallimentari fini a se stessi, privi d’aspetti propositivi. Queste costernazioni, normalmente, sarebbe opportuno che rimanessero confinate nell’ambito di intimi scambi, e non enunciate apertamente, tuttavia bisogna tenere presente che tra i fondamentali principi ai quali si ispirano tutte quelle anime che comunicano pubblicamente, per svago, per esercizio, per passione, per amore, senza alcuna remora, su qualunque argomento e con qualunque accento, e soprattutto, senza alcun fine professionale, e per nulla motivati da un’ossessiva ricerca di consenso e notorietà, come i blogger, vi è quello della condivisione incondizionata dei propri sentimenti e stati d’animo – qualcosa che, forse, più che un’ispirazione è un imperativo.
Ultimamente, anch’io mi sono lasciato andare a delle disamine che lasciano davvero poco spazio all’ottimismo, alla speranza, anche se giustificatamente – per la verità, anche scavando in passato … – così come tanti altri imbrattamonitor, e sono rimasto, inizialmente, abbastanza perplesso sull’opportunità o meno di rendere partecipe chiunque di certe mie vicende, di certi miei dubbi – quando si scrive, spesso, ci si fa prendere un po’ la mano, si perde un po’ di vista il fatto che, potenzialmente, potrebbe leggerci chiunque e chiunque potrebbe trovarci assolutamente patetici, evvabbé!! – ma poi, considerato il tutto, ho ritenuto di non dovermi astenere. Purtroppo, non sempre posso far leva sulla mia arma migliore, con le dovute proporzioni, ovviamente, un collaudato senso dell’umorismo e dell’autoironia, anche se, tra i miei più assidui lettori, c’era colei che con questo codice, e solo ed esclusivamente con esso, avrebbe voluto che mi esprimessi – o vuole ancora che mi esprima, ininterrottamente. Di questo ne sono certo.

Read Full Post »

Ringrazio cherryorange per avermi simpaticamente insignito del “Premio Curiosità 2014”. Concordo con Cherry sul fatto che sia un’idea simpatica e stuzzicante per conoscere dettagli inediti della vita privata degli amici blogger.
Parto con le domande alle quali, per un fatto di cortesia nei confronti dei vostri colleghi, se lo riterrete opportuno, potete anche evitare di rispondere:

1) Come ti chiami realmente?

Tommaso Francesco Renna

2) Qual è la tua vera età?

Quella falsa è 36

3) E quella che vorresti avere?

36

4) Qual è l’ultimo sms che hai ricevuto?

Il tuo abbonamento Premium sta per scadere, per rinnovarlo collegati al sito www.monadifata.it

5) Com’è stato il tuo primo bacio?

Ricordo esattamente che ci trovavamo in bagno. Eravamo arrivati in caserma da pochi giorni.

6) Cos’hai sognato stanotte?

Inizialmente buchi e poi il tunnel della Manica, passando da fase REM a fase RUM.

7) Domani parti: dove vai?

In Inghilterra, da mio fratello … appunto!

8) A cosa stai pensando?

A qualche tecnica di suicidio che occulti la volontarietà. Se mi sgamassero, non reggerei i sensi di colpa.

9) Cosa farai stasera?

Quello che farò domani, dopodomani, domani l’altro, posdomani, tra cinque giorni …

10) Se potessi incontrare dal vivo solo un blogger chi sceglieresti? Perché?

Ehm …. vorrei evitare di fare un torto a qualcuno manifestando il desiderio di uscire con lui. Il perché, però, potrei svelarlo, ma non su questo blog; ci tengo al decoro.

E qui di seguito nomino i blogger che ritengo meritevoli, a loro volta, di questo riconoscimento:

Chiunque reputi di meritarlo …

Read Full Post »

31

Scambio reale di commenti tra due blogger, in risposta all’articolo di lei (anche questo è WordPress).

“Giungano a Voi, Madonna, i miei rallegramenti per tale pregevole presa per lo deretano et jattura.”

«Cavaliere! Invero, l’ho sperato … il vedere la vostra penna rimarcare queste mie righe.
Ohhh, vi è forse troppa audacia nelle mie parole! Perdonate, cavaliere … dimenticatele!»

“Non v’è in me intenzione alcuna di rimuover dall’informe massa che imputridisce nel mio cranio la vostra benché minima espressione. Oltremisura alberga nel mio cuore incanto et gratitudine per la vostra seducente favella et aulica prosa et dono di immeritato titolo di cavaliere (presumo non di tavola rotonda ma di calda). Non mancherà di certo al sottoscritto l’occasione per ripagar cotanta munificenza, offrendo a voi Madonna (e che Madonna!!) umana fratellanza, quando presto, di codesto passo, il vostro corpo verrà cinto da robuste stringe et adagiato su apposita lettiga et condotto in sterile stanza da coppia di forzuti cherubini.”

 «Ohhhh, voi mi fate arrossire, cavaliere … eppur l’imago di codesti cherubini arriva testé a solleticare la mia audace fantasia … Cotanto ardor cavalleresco tramutossi immantinente in calda brezza che solleva birichina le cortine del mio baldacchino. S’io non fossi pudica giovine et inesperta all’arte dell’amore, che di certo vossignoria possiede in molta misura … s’io non fossi … lascerei con noncuranza … ecco! … scivolare un bigliettino al momento propizio del vostro passaggio … un bigliettino con su scritta la contrada in cui vivo … situata nella via che fu delle cortigiane del re … s’io non fossi … al numero novantatre …
Cavaliere, è la pudicizia a trattenermi! Ch’io possa proteggere la mia casta virtù ancora per mill’anni!
Mi ritiro all’or dell’imbrunire.»

“Ah! Madonna!! Le cortine del vostro baldacchino rievocano in me antiche tenzoni. Voi mi intrigate oltremisura. Vi aggirate per lo libero ciel con aria distratta, come noto uccello dedito a furti, dalla candida livrea et dorso corvino, razziando codesto cuor, di spicchio in spicchio. Ditemi, oh mia Madonna!! Ma chi gazza siete?
Giuro solennemente, al cospetto di Santo Domingo, che mai nessuna segreta, alla quale apparite ineluttabilmente destinata, costringerà le vostre membra a regime di clausura. Sottrarrò la vostra casta virtù all’incuria e all’astinenza … et strati di fuliggine.
Non per pura voluttà, reclamo con ardor la vostra fuga (e sottolineo, fuga) ma per amor che albeggia.”

«I vostri versi e la vostra prosa audace son preludio e promesse d’ardente e sfolgorante passione. M’immergo immantinente in grande vasca d’acqua gelida, al fin di stemperare il gran calore che sento risalir dal centro perfetto del mio essere, e in barba ai tempi cupi che viviamo, io desidero, si! Io desidero vivere codesta passione, e lotterò contro ogni avversità pur di indulgere pienamente e consapevolmente in questa passione che è la vita stessa! La vita, mio signore, è ciò che mi concedete! Siete il protagonista più presente nel mio personale diario, in cui raccolgo solo i pensieri più maravigliosi!»

“Ooooohhhhh! Santa Bernarda!! Quale sommo privilegio m’accordate. Concedetemi un attimo, vi prego, affinché io possa riprendermi da tale mirabile deflagrazione d’iridescenti note. Presto vi farò dono di una mia ode, da voi ispiratami.
Sento dentro di me umori endogeni agognare dune, et gole, et vergini (???) foreste, et anse (animate), et letti … d’incontaminate acque, … ove paghi defluire.
Mi assento un attimo ….
Vengo subito!!”

Read Full Post »

anziano al computer

Chissà quanti blogger, e più genericamente cibernauti, sono tormentati da un disagio esistenziale, malgrado molti non lo confessino apertamente.
Chissà quanti blogger magnificano la correttezza, la pienezza, l’intensità, l’umanità di certi scambi, l’empatia virtuale che si realizza vicendevolmente.
Chissà quanti blogger, consapevoli di essere finiti in un circolo vizioso, desidererebbero, a volte, di sentirsi offrire, non solo parole di conforto, ma dei veri e propri aiuti, consigli, suggerimenti, frasi del tipo: “Ehi! amico/a credo di avere una soluzione per il tuo caso”. Ma quanti, però, possono davvero accampare tali pretese?
Sono tanti quelli che ripongono esagerata fiducia sulle capacità interpretative dei propri compagni. Troppi quelli pretendendo che la propria situazione venga correttamente valutata, offrendo generiche riflessioni, allusioni, spunti, citazioni, e poi rime, poesie, aforismi, e menate varie, senza accompagnarli con dati reali riguardanti la propria condizione: l’età, lo stato civile, l’ambiente familiare, il lavoro, le abitudini, le frequentazioni, i passatempi, le passioni, delle precise aspettative.
Non è la vera identità quella che richiede un medico coscienzioso ai suoi pazienti, bensì tutto il resto … mi sono spiegato?  … HEI!!! …. STO PARLANDO CON NOIII!!!

Read Full Post »

Older Posts »