Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2014

Cont_2

“Le donne sono molto attratte dall’immagine di virilità non esteriore ma intellettuale. Cioè io rappresento un modello di virilità assoluta del cervello. E quindi l’idea di essere violentate e penetrate dal cervello invece che dal fallo le eccita ancora di più che della penetrazione che qualunque uomo può fare … E’ una iperpenetrazione.”
Vittorio Sgarbi

P.s: Se nella foto non si nota “la tartaruga”, non è perché è girata al contrario, come nei vostri mariti, fidanzati, compagni, ma perché sono allergico a certe specie animali, per l’esatezza, soffro di disfunzione rettile.

Read Full Post »

Read Full Post »

scritte-sui-muri

“Si può provare simpatia per una persona, ma per scatenare quella tristezza, quel sentimento d’irreparabile, quelle angosce che preparano l’amore, ci vuole – ed è forse questo, più che una persona, l’oggetto vero e proprio che la passione cerca ansiosamente di attingere – il rischio di una impossibilità.”
Marcel Proust, “All’ombra delle fanciulle in fiore”

Read Full Post »

Ehi!!

Non penserete mica che io parli con voi per non essere contraddetto. Se fosse questa la ragione, bèh, mi rivolgerei ad un tavolo, senza alcun dubbio; correrei meno rischi. Perché voi le risposte le date, certo che le date … a modo vostro, ma le date, immediate, istintive, rispettose: non montate mai una polemica. E’ stupendo questo fatto. Intuite i miei stati d’animo più che il senso delle mie parole, al contrario di tante persone che mi circondano, convinte di comprendermi nella forma più profonda, e capite pure quando non ce l’ho con voi, quando penso ad alta voce. In quei momenti non mi degnate di attenzione, ma neanche mi compatite.
A proposito, sappiate che non mi preoccupo affatto di passare per pazzo quando mi sorprendo a parlare da solo, per cui, toglietevi dalla testa l’idea che io vi rivolga la parola pubblicamente solo per sembrare più normale … è chiaro !?
E adesso dove andate? … Ulisseee! Athenaaa! …. Ma andatevene affanculo voi e i croccantini….

Read Full Post »

riciclare-uova-di-Pasqua

Cioccolato sul cruscotto.
Cioccolato nel baule.
Cioccolato nelle tasche laterali.
Cioccolato che tracima dai borsoni,
dalle Converse.
Cioccolato nelle pieghe dei calzoni.
Cioccolato semifuso negli slip,
nel reggiseno.
Cioccolato frantumato tra i giornali,
sopra i versi di d’Annunzio.
Guarda!
Cioccolato
dalle nuvole sparse.
Cioccolato su le tamerici
salmastre ed arse,
cioccolato sui pini
scagliosi ed irti,
cioccolato su i mirti divini,
su le ginestre fulgenti
di fiori accolti,
su i ginepri folti
di coccole aulenti,
cioccolato su i nostri volti silvani,
cioccolato su le nostre mani ignude,
su i nostri vestimenti leggeri,
su i freschi pensieri
che l’anima schiude novella,
su la favola bella
che ieri t’illuse,
che oggi m’illude,
o Ermione,
ma quante cazzo di uova hai portato?

Read Full Post »

Notre-Dame delle correnti d’aria…

Read Full Post »

… c’è chi ci è riuscito.

Read Full Post »

gabbiano

Sono quella che sono,
un caso inconcepibile
come ogni caso.
In fondo avrei potuto avere altri antenati,
e così avrei preso il volo
da un altro nido,
così da sotto un altro tronco
sarei strisciata fuori in squame.
Nel guardaroba della natura
c’è un mucchio di costumi:
di ragno, gabbiano, topo campagnolo.
Ognuno calza subito a pennello
e docilmente è indossato
finché non si consuma.
Anch’io non ho scelto,
ma non mi lamento.
Potevo essere qualcuno
molto meno a parte.
Qualcuno d’un formicaio,
banco, sciame ronzante,
una scheggia di paesaggio sbattuta dal vento.
Qualcuno molto meno fortunato,
allevato per farne una pelliccia,
per il pranzo della festa,
qualcosa che nuota sotto un vetrino.
Un albero conficcato nella terra,
a cui si avvicina un incendio.
Un filo d’erba calpestato
dal corso di incomprensibili eventi.
Uno nato sotto una cattiva stella,
buona per altri.
E se nella gente destassi spavento,
o solo avversione,
o solo pietà?
Se al mondo fossi venuta
nella tribù sbagliata
e avessi tutte le strade precluse?
La sorte, finora, mi è stata benigna.
Poteva non essermi dato
il ricordo dei momenti lieti.
Poteva essermi tolta
l’inclinazione a confrontare.
Potevo essere me stessa – ma senza stupore,
e ciò vorrebbe dire
qualcuno di totalmente diverso.

(Wislawa Szymborska)

Read Full Post »

I desideri dei bambini sono davvero sorprendenti. Spesso ci lasciano stupefatti. Se la gente li soffermasse ad esaminarli con maggior impegno, otterrebbe risposte più esaustive sulle concrete potenzialità dei propri figli, alunni, assistiti … sulle loro vocazioni. Ma quante persone dedicano attenzione a quest’aspetto, specialmente di fronte a certe richieste a dir poco singolari, dove più che un semplice ascolto, è richiesta un’arguta interpretazione? Ovviamente, parlo di situazioni normali, nelle quali, cioè, non affiora alcun sintomo psicopatologico.
Io, ripensando alla mia adolescenza, ai miei desideri più assillanti, suppongo di essermi mosso su una borderline. Indipendentemente da questo, nel corso degli anni, non sono mai riuscito a trovare una risposta plausibile sul significato e l’origine di certi miei sogni. Con questo non voglio trascinarvi in alcun processo analitico, semmai sapere se qualcuno di voi ha mai sognato di possedere un animale esotico (non in senso sessuale), di prendersene cura ed instaurare con lui un forte legame affettivo. Io non ho ma desiderato armi, trenini elettrici, giochi elettronici (semmai fossero esistiti), tantomeno Big Jim, Barbie, trucchi, cucine in miniature, finte parure, io sognavo giorno e notte un animale tutto per me, ma non un banalissimo cane, gatto, criceto … Giusto per introdurre un ulteriore elemento di confusione, vi dirò che fino a 6 anni m’ero fissato per un canguro, dai 6 ai 10 per un ghepardo e dai 10 in poi, fino a qualche anno fa, per una volpe ridimensionando coscientemente le mie pretese … Aho!! Ne avessi beccata una, ma neanche in senso metaforico.

Read Full Post »

Grillo Auschwitz

Peppe Grillo!! Abbi il coraggio di chiedere scusa per questa sortita imbecille!! (se di coraggio si può parlare) Oppure pensi di perdere la dignità con un simile gesto? Ti assicuro di no! Io credo che coraggio e dignità siano tutt’altra cosa … credo che siano questo, rimanendo in tema: (meritevole di dileggio, evidentemente, per te)

prigionieri_di_guerra

 

Read Full Post »

Older Posts »