Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 15 gennaio 2014

germoglio_m

Se tornasi a nascere
sceglierei un nuovo nome,
un nome adatto a me, alla mia persona.
Mi sceglierei occhi, bocca, mani.
Se tornassi a nascere
cercherei senza indugio
il vero e autentico senso della vita,
senza lasciare che nulla mi turbi
e mi distolga dall’essere me stesso.
Se tornassi a nascere
sceglierei meglio la via da seguire
evitando le strade facili e veloci
e ragionando sempre davanti ad ogni bivio.
Se tornassi a nascere
chiederei a chiunque di essermi insegnante,
di mostrarmi quali sono i doni della vita
e quali i segni da cogliere
per essere sempre fieri della propria esistenza.
Se tornassi a nascere
cercherei di non commettere più i grandi errori,
non lascerei che il dubbio e l’ipocrisia
si impossessino del mio pensiero
rendendolo futile e vuoto.
Se tornassi a nascere
mi nasconderei dalle voci dei falsi,
dagli occhi dei meschini,
dalle orecchie dei pettegoli,
dalle mani degli adulatori,
dalle gesta dei malfattori.
Se tornassi a nascere
lotterei per cercare fino in fondo la libertà
per scartare tutto ciò che rende schiavo,
tutto ciò che non lascia respiro,
tutto ciò che è falso e rovinoso.
Se tornassi a nascere
cancellerei dalla mia vita
ogni cosa che mi rende solo
che mi incupisce
e mi allontana dalla bellezza del mondo.
Se tornassi a nascere
non starei con le mani in mano
ma cercherei sempre di dipingere la vita
con i mille colori dell’arcobaleno,
amando chiunque mi è permesso di incontrare
sulla mia strada.
Scalerei montagne e solcherei mari
sempre in cerca di nuovi volti e nuove speranze.
Se tornassi a nascere
penserei di più a me stesso
senza mai dimenticare gli altri
e senza mai dimenticare
che anche gli altri pensano a me.
Se tornassi a nascere
sognerei da mattina a sera
stando attento a non perdermi nei sogni,
accogliendoli come grandi consigli,
tenendoli stretti come immensi tesori.
Se tornassi a nascere
terrei la testa alta davanti ad ogni sconfitta,
marcerei convinto davanti alle insidie,
senza mai cederei di un passo
davanti ad alcuna salita.
Se tornassi a nascere
prenderei la testa fra le mie nude mani
e piangerei pensando a quanto è bella la vita
e quanto non valga la pena rovinarla.
Se tornassi a nascere
non avrei più paura,
amerei come non ho mai amato,
servirei come non ho mai servito.
Se tornassi a nascere
non mi renderei conto
di quanto possa aver già vissuto
e di quanto tutto ciò che ho fatto
non valga la pena di essere buttato.

Read Full Post »