Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 17 dicembre 2013

gelosia

“ … Sono emotiva, un po’ timida, in continua lotta con le mie inibizioni; sono affamata di affetto, sono una pignola rompicoglioni; sono onesta, leale, tenace, e testarda, talvolta egocentrica; a volte razionale altre utopica, comprensiva e a volte patetica (come ora!); intollerante verso la stupidità, aggressiva con chi mi mina alla mia indipendenza; sono un’esagitata e non so stare ferma. Ho un forte senso del dovere, e sono troppo, troppo responsabile.
Amo la vita, la natura, amo questo mondo, nonostante tutto, e amo l’amore.
Sono passionale, esigente, e talvolta possessiva e gelosa, anche nei rapporti di amicizia.
Sono fragile ed insicura. Amo ridere e scherzare, amo l’ironia ed il senso dell’umorismo, amo la spensieratezza e la vita semplice.”

Te la ricordi Maggie questa mail? Sono trascorsi 11 anni. Chissà quanto sei cambiata.
Allora quel: “talvolta possessiva e gelosa, anche nei rapporti di amicizia” mi suonò un po’ strano. Ero convinto che la gelosia fosse un sentimento inammissibile al di fuori dei rapporti di coppia, e nell’ambito di questi, avevo difficoltà a concepirlo. Della gelosia, fino a quel momento, non ne avevo mai avvertito i morsi, in qualunque rapporto. Forse perché i rapporti li ho sempre vissuti in una forma poco partecipativa, chissà! Oppure perché, semplicemente, aldilà della mia indole, non mi sono mai imbattuto in situazioni rischiose. Di certo, il fatto che non siano mai scattati in me impeti di gelosia, non costituiva e non costituisce necessariamente un indice di maturità ed autostima. Le due cose non vanno di pari passo, così come non è scontato che i rischi d’insorgenza s’attenuino con l’età, anzi, spesso aumentano addirittura.
Lo vedi questo blog, amica? Qui ho conosciuto persone meravigliose. Qui non ci scambiamo pacche sulle spalle, né pizzicotti, né sgambetti, né carezze, né versacci, né sguardi d’intesa o mutamenti del tono della voce, né urla, né risate sonore, e nemmeno lacrime e sudore, nulla di tutto questo. Qui ci scambiamo soprattutto essenze. Checché se ne dica, siamo diventati amici e un po’ ci apparteniamo. Proprio così! Tu chiamale se vuoi amicizie virtuali, eppure, io soffro particolarmente per le loro disagio e in altri momenti (quando non sono all’inferno), provo anche un po’ di gelosia. Lo deduco perché delle volte, quando leggo dei commenti un po’ più confidenziali del solito, tra gli amici più intimi ed altri blogger, avverto un impercettibile fastidio, proprio come succedeva tra noi.

Read Full Post »