Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 1 agosto 2013

Chissà!

Pensatore

Spesso vorrei che certa gente, colleghi, conoscenti, parenti, amici, si dimenticassero di me. Che la presenza di persone nuove, nella loro vita, mi soppiantasse, che li distraesse dal rammarico indotto in loro, grave o minimo che sia, da qualche reciproco fraintendimento, dalla mia apatia, dai miei malumori, dalle mie estemporanee assenze, dalla mia scarsa partecipazione, dal mio apparente disinteresse per loro, per le vicende della vita in generale, per i miei ingiustificati SILENZI. Questo mi solleverebbe dai tanti sensi di colpa nei loro confronti. Dico questo perché mi rendo benissimo conto che qualunque espressione discutibile dell’animo umano – e tali si mostrano le mie – se non giustificata, anche minimamente, può indurre sospetti, interrogativi, seccature … chissà! L’ultimo dei miei intenti è quello di sembrare una persona totalmente autosufficiente, snob, superficiale e incostante nei confronti di chiunque, persino dei miei rarissimi nemici. Ma tant’è … Non posso pretendere che ognuno, a modo suo, sia in grado d’interpretare correttamente il mio umore, le mie depressioni o i miei slanci euforici, anche attraverso queste riflessioni, e che mi discolpi di conseguenza. Può darsi che una vera e profonda amicizia contempli soprattutto questa capacità, quest’impegno … chissà! Volendo cercare l’aspetto positivo in ogni vicenda, potrebbero essere proprio queste confuse situazioni a definire una sorta di “selezione”, più propriamente: una ratifica di un vero e proprio rapporto d’amicizia … chissà! chissà! chissà! Se mi sono spiegato bene … chissà!

Annunci

Read Full Post »