Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 27 ottobre 2012

Coscienza

Non contate su quest’uomo,
è alla deriva.
Non può esservi d’aiuto.
Non trarrebbe in salvo un cane
dalle asprezze dell’oblio.
E’ confuso, inaridito,
stanco, apatico,
stizzoso.
Non ha più immaginazione.
Oggi c’è,
… domani forse.
M’ha rivolto una domanda,
mulinando la sua scure di cartone:
“E’ davvero più opprimente
della morte l’abbandono?”
Inquietante un tale dubbio,
come un lugubre presagio.
Oltre il caos: rassegnazione.
Quest’immobile mutante
è davvero un rompicapo.
Mi trascina in calle oscure.
Spero ponga fine al tutto:
pianti,
moti,
mire,
pene
e una lirica smodata

Annunci

Read Full Post »